Seleziona una pagina

Ecco il decalogo scaturito dal panel a BTO, organizzato dalla Rete Turistica Rurale (RTR).
Turismo Rurale è…

VERDE. Non solo in senso di “green”, ma anche come carattere cromatico di un paesaggio che è altro e diverso dall’urbanizzato e soprattutto dalle periferie del cemento insensato e diseconomico. Turismo Rurale è un luogo più verde del resto del Paese.

VISSUTO. Non un deserto di abbandono, ma un luogo in cui le donne e gli uomini risiedono in permanenza, o anche solo per una parte del tempo. Turismo Rurale è prima di tutto persone.

LAVORATO. Rurale è il contrario di incolto, è il luogo in cui l’uomo continua la sua attività millenaria di trarre dalla terra i propri mezzi di sostentamento, anche se magari producendo beni diversi, e sempre più servizi. Turismo Rurale è luogo di impresa, di reddito, di occupazione.

GOVERNATO. La cura del territorio non sta solo nelle aiuole, ma è la costante attenzione all’aria, all’acqua, al suolo, è l’utilizzo di fonti rinnovabili, di mobilità sostenibile, di tecniche e imprese a impatto zero. Turismo Rurale è la culla del buon governo.

IDENTITARIO. Nell’era del globale il centro dell’attenzione è il locale, la costante manutenzione delle culture, dei linguaggi, delle forme, delle preparazioni, dei sapori, degli oggetti, dei mestieri. Turismo Rurale è quello che altrove è andato perso.

LENTO. Veloci nell’arrivare, lenti nello stare: questi sono i nuovi turisti. Non nostalgia di un passato che ormai nessuno ha conosciuto di persona, ma ricostruzione e ricerca di luoghi sottratti alla fretta ed al suo rumore. Turismo Rurale è il tempo di sentire le cose.

SALUTARE. Il centro della domanda mondiale, sempre più in futuro, è la cura del corpo e della sua buona forma, di una qualità di vita che è fatta anche di stili migliori, che passano dal cibo e attraversano il movimento e la qualità dell’ambiente. Turismo Rurale è il cuore della buona vita.

CONNESSO. Dalle tecnologie della comunicazione non si può più prescindere: meno sportelli e più dispositivi, per sapere prima, per trovare, per conoscere, per restare in contatto. Turismo Rurale è per forza digitale.

CONTEMPORANEO. Riconoscere il passato per non ripeterne gli errori, guardare nel futuro per coglierne i frutti già maturi. Turismo Rurale è stare nelle cose al momento giusto.

CREATIVO. Produrre conoscenza, stimolare talenti, creare nuova impresa, trovare risorse, far funzionare le cose. Turismo Rurale è fucina di nuovo lavoro, sempre in movimento.

email: [email protected] / [email protected]
gruppo FB: RTR – Rete Turistica Rurale